mercoledì 13 gennaio 2010

3 titoli per i nostri ragazzi

Mi sono resa conto che , nonostante io abbia 2 figli ormai grandicelli, fino ad ora non ho mai suggerito libri per la loro età.
In realtà di letteratura per ragazzi ce n'è per tutte le fascie di età e spesso sono libri fatti talmente bene che sono godibilissimi anche per gli adulti. E' il caso di questi 3 titoli che vi suggerisco, tutti letti da mia figlia e dalla sottoscritta.
Vanno bene dai 10 anni, ma poi dipende molto dalla maturità di vostro figlio/a.
Sotto il Burqua è il primo di una trilogia di libri che parlano dell'Afghanistan attraverso la realtà di una bambina di 11 anni di Kabul. gli altri due sono: Il viaggio di Parvana e Città di fango
Mi sono piaciuti perchè non addolciscono niente della realtà di quei luoghi e delle esperienze narrate, ma affrontano tutto con un linguaggio comprensibile dai ragazzi e senza indugiare fino alla morbosità sui particolari crudi, come invece spesso avviene negli stessi racconti di libri per grandi. A mia figlia è piaciuto così tanto il 1° (letto in 5 elementare) che di sua spontanea volontà è andata in biblioteca a procurarsi gli altri due che ha divorato  subito dopo.
Camilla che odiava la politica  Italiano, spiega in parole semplici le basi di cosa dovrebbe significare la politica nella nostra società.
Con occhi da "grandi", il finale sembra un po' improbabile, ma secondo me bisogna coltivare la speranza nei giovani, perchè sono il nostro futuro, e a volte fa bene combattere anche la disillusione che  avvolge qutidianamente noi adulti.
Dico solo questo: Si parlava di Magistrati e affini mentre mio figlio studiava i vari poteri del governo, salta sua sorella e mi dice:
"mamma sai che io so cosa vuol dire MAGISTRO"
"vuol dier "SERVO". "quindi i politici e i magistrati dovrebbero essere servi della gente...."
Ecco cosa succede dopo aver letto questo libro :)
La linea del traguardo racconta l'esperienza di un ragazzo molto sportivo, che per un incidente si vede costretto alla sedia a rotelle con tutto ciò che ne comporta per se stesso, per la relazione con la famiglia e per le relazioni sociali. 
Oltre al percorso del ragazzo, ho trovato molto interessante anche quello fatto da suo padre nell'affrontare la nuova realtà.

Buona lettura a voi, ma soprattutot ai vostri ragazzi!!! ;)

1 commento:

Alchemilla ha detto...

Grazie per i consigli.
Ne terrò conto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...